Riscoprire l'intera cinta di mura poligonali, lunga 2,4 km, sarebbe un autentico capolavoro artistico e per l'amministrazione comunale in carica rappresenterebbe un obiettivo considerevole, che passerebbe alla storia. La recente bonifica realizzata al di sotto della Circonvallazione, potrebbe rappresentare l'ini zio di qualcosa di particolarmente importante a vantaggio della città d'arte. Un percorso pedonale ai piedi della maestosa cerchia di mura "ciclopiche", costituirebbe un'opera di straordinario valore ai fini turistici.

Un suggerimento in proposito arriva dall'ingegnere Pietro Scerrato, grande appassionato di arte e della natura: «in questi giorni – scrive Scerrato si è svolto un encomiabile lavoro di ripulitura del terreno posto al di sotto della Circonvallazione. Auspico che nell'ambito di un successivo intervento si provveda a realizzare un comodo percorso di accesso ad uno dei tratti di mura megalitiche più belli e suggestivi di Ferentino, posto sempre sotto la Circonvallazione, a circa 70-100 metri da porta Santa Croce». Si può fare. Molto probabilmente le difficoltà maggiori derivano dal fatto che alcuni tratti su cui si dovrebbe intervenire sono di proprietà privata purtroppo, di conseguenza non sarà facile per il Comune entrarne in possesso.