La giunta Fiori ha deliberato l'adesione del Comune alla manifestazione di interesse concernente il programma regionale sullo sviluppo delle tradizioni storiche, artistiche, religiose popolari per il 2021, proponendo la 28esima Sagra delle sagne e fagioli. L'iniziativa è in programma per il prossimo settembre. Si tratta di un appuntamento della tradizione locale, che l'Amministrazione civica porta avanti dal 1982 in collaborazione con le associazioni del territorio.

L'iniziativa si propone di valorizzare le tradizioni storiche, artistiche e popolari della terra ciociara, sia a livello gastronomico sia dell'artigianato, di conservare la cultura, nonché di valorizzare i beni architettonici e ambientali della zona. La kermesse eno-gastronomica punta a promuovere l'artigianato locale, oltre a valorizzare un piatto tipico ciociaro amato da tutti.

L'evento sarà accompagnato dall'esibizione di arcieri, sbandieratori e musica. Riparte, quindi, la programmazione di manifestazioni caratteristiche del paese, accompagnate da grande entusiasmo. Anche ad Arnara è forte il desiderio di ripartire con appuntamenti della tradizione e tornare alla normalità. Ventotto anni di storia non sono pochi, la comunità è legata alla sagra in cui si intrecciano arte culinaria, spettacolo e divertimento.