Ancora una brutta notizia per la comunità. Si è spento ieri Nazzareno Tesa, un volontario da sempre molto attivo nel sociale Una delle colonne portanti della Caritas non ha mai risparmiato un sorriso, un gesto d'amore, una mano tesa a un bisognoso. Nonostante le difficoltà che a volte la vita ci mette di fronte e che avevano segnato profondamente Nazzareno, lui era sempre pronto ad aiutare.

A tracciarne un ricordo la sua amica Fiorella: «Ci sono notizie che non vorresti mai sentire, notizie che lacerano, feriscono l'animo lasciandoti nel profondo un dolore immenso, un vuoto intenso e un senso di smarrimento. La notizia prepotentemente entra nel tuo quotidiano, ti sconvolge, ti travolge, ti annienta e inquieta la tua esistenza. Ti assale la tristezza e rimane l'amarezza di questo maledetto tempo che ha tolto e privato della gioia di essere accuditi, sostenuti, incoraggiati, consolati, accarezzati e abbracciati.

Hai stretto tante mani, hai consolato tanti cuori, hai incrociato tanti volti, hai amato tanto, tanto da donare tutta la tua esistenza al servizio degli ultimi della società e dell'intera comunità: uomo buono, attento, premuroso hai riempito i nostri cuori di bontà e di generosità.
Hai insegnato cosa significa veramente amare e perdonare, vivere e lottare, gioire e soffrire. Mancherai maestro di vita, uomo di spiritualità e di immensa generosità, mancheranno le parole e i gesti di conforto.

Mancheranno i tuoi messaggi di auguri nei nostri compleanni, mancherà il tuo sostegno nel progettare e organizzare i nostri eventi religiosi, mancherà il tuo sorriso e la tua voglia di vivere con gioia e leggerezza. Mancherai tu caro Nazzareno, amico dalle mille risorse, sempre presente nelle nostre vite. Amico di tutti e di molti, compagno insostituibile. Buon viaggio nel mondo dell'infinito e della eterna gioia e felicità mio caro amico».

Un uomo davvero buono e generoso che il Covid ha portato via, e che continuerà a vivere nei cuori di chi ha avuto la fortuna di conoscerlo.