Attimi di panico in un bar di Arce nella giornata di ieri. Pe riportare la calma ed evitare il peggio è stato necessario l'intervento dei carabinieri dell'Aliquota Radiomobile della Compagnia di Pontecorvo. A finire in manette un 28enne, di origini albanesi, già noto per diversi precedenti per reati contro il patrimonio, la persona ed in materia di stupefacenti, per i reati di "oltraggio, resistenza, lesioni e minaccia a Pubblico Ufficiale".

I fatti
I carabinieri, allertati da una chiamata pervenuta al 112, sono intervenuti in un bar del luogo dove era stata segnalata la presenza di una persona che, in evidente stato di ebrezza, stava minacciando la proprietaria brandendo una bottiglia di vetro rotta. Giunti sul posto, i carabinieri hanno individuato l'uomo che ha cominciato a proferire nei loro confronti frasi offensive e minacciose: Poi li ha aggrediti fisicamente con un taglierino, provocando una lieve ferita ad uno degli operanti. I militari sono riusciti comunque a bloccarlo e ad arrestarlo.