Un nuovo grandissimo risultato per il principe degli scacchi di Cassino. Il giovane Alessandro Marino, 13 anni, ha conquistato un altro podio dimostrando come passione, dedizione e impegno portino ad agognati traguardi.

Alessandro già da qualche anno si sta distinguendo nel panorama degli scacchi, prima in ambito locale, poi provinciale, adesso Ale vola alto e conquista un podio del Santa Sabina Torneo Pensato 5.

Di lui Mirko Trasciatti, istruttore di altissimo profilo, dice: «Primo. Un piccolo grande risultato che non fa altro che confermare tutto l'impegno che ci sta mettendo. Da quando abbiamo iniziato questo percorso insieme ha già conquistato un terzo e un secondo posto nel 2019 e un primo posto nel 2020 staccando i pass per le finali nazionali. Ed ora questo inaspettato risultato. La preparazione delle partite lo studio dei temi strategici e gli esercizi stanno dando i risultati desiderati. Merito di impegno e dedizione. Non ci resta che conquistare la categoria nazionale in un torneo nazionale - e conclude-  Certo, con l'ultima partita ci siamo presi dei rischi, buttandola in "caciara" sin dalla seconda mossa ma almeno ci siamo divertiti nel prepararla e tu nel giocarla».

L'adolescente studia con entusiasmo e si appassiona giorno dopo giorno allo "sport della mente" che per secoli ha tenuto incollati al quadrato personaggi illustri, re, imperatori, filosofi e studiosi di tutto il mondo. Inutile dire che il giovanissimo è entrato in contatto con questo gioco fin da piccolo, figlio "d'arte", suo padre infatti è noto tra i migliori scacchisti del territorio. Una sfida online per lui nelle scorse settimane per una vittoria che ha un gusto buono, di passato e di futuro insieme.

Alessandro, dallo sguardo profondo e deciso, con la sua passione "controcorrente" che non solo non ha nulla a che fare con i videogiochi o TikTok, ma ha anche tempi dilatati e importanti rispetto alla società del meme e della soglia di attenzione di un paio di minuti, dimostra che si può fare. Si può assecondare un'indole e delle passioni "diverse" anche particolarmente coinvolgenti, che internet può essere anche un mezzo per dedicarsi agli scacchi e non solo per usarlo contro i coetanei, semmai più fragili, come fin troppo spesso accade.
Per ora è lui ad aver fatto scacco matto.