Isola ecologica permanente: un progetto a due passi dalla realtà. Espletata la gara d'appalto, diretta dalla Sua di Frosinone, adesso si passa all'ultimo step: la realizzazione vera e propria. La volontà di dotare di un centro raccolta rifiuti in pianta stabile il territorio verolano, era apparsa chiara già nel primo mandato Cretaro, quando era stato avviato l'iter per rintracciare i migliori canali tali da rendere possibile l'intenzione amministrativa.

L'attuale giunta ha raccolto l'eredità tutta green proseguendo il lavoro a tamburo battente e mantenendo l'impegno di realizzare sul territorio ernico un servizio utile e sostenibile quale l'isola ecologica. L'opera nascerà il località Casamari, a due passi dallo svincolo della superstrada, dunque in una posizione strategica a disposizione di tutta la cittadinanza. Un impegno poliedrico, quello messo in atto dall'amministrazione corrente, per riuscire a raggiungere l'obiettivo e che ha coinvolto diversi settori dell'ente.

L'assessore all'ambiente Emanuele Fiorini e l'assessore ai lavori pubblici Augusto Simonelli hanno lavorato in sinergia, ognuno con attenzione alle proprie competenze, perché ogni passaggio burocratico fosse completato nel minor tempo possibile.
«Il centro di raccolta differenziata dei rifiuti urbani che presto sorgerà a Casamari è la conferma dell'attenzione alla sostenibilità che intendiamo portare avanti». In una dichiarazione congiunta, le parole dei due assessori. «Con la risposta a due diversi bandi, il nostro comune è risultato meritevole di un finanziamento provinciale, che coprirà i costi di realizzazione senza pesare sulle tasche dei cittadini e un finanziamento regionale per la fornitura delle attrezzature.

L'area sarà debitamente delimitata e videosorvegliata così da assicurare la durata e la funzionalità a lungo termine dell'isola ecologica.
Dal momento che è stata chiusa la gara per conferire l'appalto, presto i lavori saranno affidati alla ditta preposta che porterà a realizzazione il progetto».