Il dinamico gruppo di SoraLab presenta un nuovo progetto: il Sup, ovvero Supporto urbano psicologico, uno sportello di ascolto sul territorio che offrirà sostegno psicologico alle persone in difficoltà. Da un'idea del referente dell'area territorio, Manuel Di Folco, in sinergia con gli altri membri del gruppo e sotto l'attenta regia del coordinatore Riccardo Petricca, è nata la bozza del progetto con l'obiettivo di venire incontro "a chi in questo difficile periodo di pandemia si trova ai margini ed ha visto la propria vita capovolgersi e sgretolare tutte quelle che prima sembravano certezze.

Da qui l'idea di coinvolgere professionisti del settore e ragazzi del posto che hanno abbracciato lo spirito volontaristico dell'iniziativa e si sono messi a disposizione per collaborare alla riuscita del Sup". Sin da subito i professionisti della psicologia Veronica Conte, Marzia Gabriele e Francesco Palmigiani hanno dettato le linee guida per avere un quadro d'intervento chiaro e fattibile su chi chiede aiuto, ma non ha mai ricevuto un sostegno psicologico.

Il coordinamento di SoraLab precisa che "questa è la prima volta in cui in un progetto vengono inseriti professionisti esterni, di paesi limitrofi. Questo vuol significare che l'associazione è volta sì a migliorare i servizi su Sora con una marcata impronta cittadina, ma al tempo stesso vuole individuare un'area di riferimento territoriale che non si limiti alla città.

In conclusione - conclude SoraLab - ricordiamo la mail di riferimento di questo progetto sup@soralab.it e ringraziamo quanti si sono adoperati per la sua riuscita.