Domani, primo maggio, come da tradizione, riapre al pubblico la Valle di Canneto. «La Valle avrà un nuovo look» fa sapere il sindaco di Settefrati, Riccardo Frattaroli: «Intanto la gestione del sito è stata affidata alla cooperativa Sociale Montano, inoltre sono state assunte tutte le condizioni di sicurezza Covid-19. Per quanto riguarda le tariffe per il costo di ingresso nella Valle, come pure per le autovetture, i posti camper e area pic-nic sono stati fissati dall'amministrazione comunale» si affretta a specificare il sindaco.

Gran parte della Valle di Canneto fu devastata dalla tempesta del 15 ottobre scorso (la stima dei danni fu di 4.949.000 euro) per i quali Frattaroli si adoperò non poco per cercare di riportare la normalità in quello che è un autentico gioiello nel cuore del Parco nazionale d'Abruzzo. Solo le celebrazioni eucaristiche nel santuario non si fermarono, consentendo, così ai pellegrini di assistere alle messe. Da pochi giorni, poi, sono terminati i lavori sulla provinciale di accesso alla Valle: per settimane, sfidando il tempo inclemente e le dure condizioni di lavoro, il costone a monte della strada è stato messo in sicurezza sistemando la scarpata con rete metallica.

Ma da domani tutto ritornerà come prima nel rispetto delle misure anti covid-19. Intanto, viene rispettata la tradizione dell'apertura dell'anno mariano per il primo maggio. Ecco alcuni costi dei servizi: posto auto 4 euro, bus 15, moto 2, pulmino 5, campeggio camper 15, posteggio auto davanti il santuario 0,50 all'ora, uso della doccia 2 euro, e piazzare una tenda va dagli 8 euro per due posti ai 16 per otto.