Man mano che la campagna vaccinale avanza, si abbassa l'età dei vaccinandi. L'assessore Alessio D'Amato informa: «questa sera a mezzanotte (ieri, ndr) apriamo la prenotazione per le età 59/58 anni (ovvero i nati nel 1962 e 1963), mentre da domani 30 aprile (oggi, ndr) sempre dalla mezzanotte scorrerà la fascia con codice esenzione per patologie per i nati dal 1981 al 1972 ovvero età 40/49 anni. Entrambe le platee corrispondono ad oltre 200.000 assistiti». Intanto, sul modello greco, si comincia a vaccinare nelle isole piccole.

«Lunedì 3 maggio vaccinazioni della Asl di latina nelle isole di Ponza e Ventotene - dice D'Amato - si ringrazia la guardia di finanza per la collaborazione». Poi, l'assessore annuncia: «Oggi (ieri, ndr) supereremo la soglia di 1 milione e 870 mila somministrazioni». Raggiunta quota 1.875.818, mentre la Asl di Frosinone ha fatto 131.767 somministrazioni, più 2.169 in 24 ore.
Per quanto riguarda la campagna nelle carceri, «ultimate le somministrazioni dei vaccini in tutti gli istituti di pena del Lazio sia per la polizia penitenziaria sia per i detenuti», rileva D'Amato.

Nel Lazio aumentano i casi, diminuiscono i decessi, i ricoveri e le terapie intensive. Il rapporto tra positivi e tamponi è al 3%. Scrive D'Amato: «Su oltre 17.000 tamponi nel Lazio (-586) e oltre 19.000 antigenici per un totale di oltre 37.000 test,si registrano 1.124 casi positivi (+46), 27 decessi (-5) e 1.380 i guariti. Il valore Rt a 0,85 sono in diminuzione i valori di occupazione dei posti letto di terapia intensiva e di area medica, quest'ultima rientra sotto la soglia di allerta.
L'incidenza è a 139 per 100.000 abitanti. Mantenere alto il livello di attenzione»