"In questo momento parlare di malasanità è all'ordine del giorno però ciò che è capitato a me è tutt'altro." Inizia così il racconto di Antonio Palma, 59 anni di Ceprano. E' il 16 aprile scorso quando, a causa di un improvviso malore Antonio viene accompagnato al Pronto soccorso dell'ospedale Spaziani di Frosinone.

Nel pieno della pandemia, il pronto soccorso è un via vai di pazienti, ambulanze, medici e infermieri che corrono da una parte all'altra senza fermarsi mai. Antonio è preoccupato, non sa cosa gli stia accadendo. Ma si affida al personale medico e paramedico dello Spaziani. E, oggi, a distanza di qualche giorno, grazie a loro è salvo. 

Per questo, con un messaggio inviato alla nostra redazione, Antonio Palma ha voluto ringraziare chi, nonostante l'emergenza sanitaria in corso, non si è risparmiato per garantirgli le cure delle quali necessitava.

Il "Grazie" di Antonio
"Grazie al personale medico e paramedico del Pronto soccorso e, in particolare, al dottor Fabrizio Cristofari che in tempo ha capito e diagnosticato il mio problema di salute e mi ha sottoposto a tutti gli accertamenti clinici che il caso richiedeva. Il giorno successivo, ricoverato presso il reparto di Cardiologia, sono stato sottoposto ad intervento con esito positivo.

Con queste poche righe - spiega Antonio - volevo ringraziare di cuore tutto il personale del Pronto soccorso e del reparto di Cardiologia per l'efficienza e la professionalità dimostrate nei miei confronti, nonostante il momento storico di grande difficoltà che stiamo vivendo. In particolare volevo ringraziare il dottor
Cristofari per la cordiale e generosa pazienza usata nei miei confronti. In questo caso possiamo, finalmente, parlare anche di buona sanità qui nella nostra provincia."