Il covid continua a spaventare, specie i genitori dei piccoli alunni. Sono giorni di apprensione per alcuni genitori dell'Ic2 di Sora tanto che la preside, Maddalena Cioci, ha reso noto sul sito dell'istituto i comportamenti da adottare e bacchetta chi, con superficialità, adotta atteggiamenti sbagliati fuori dalla scuola creando assembramenti durante le feste.

«Pervengono a questa dirigenza richieste di varia natura attinenti la gestione della situazione delle classi in isolamento, sui tamponi, sul rientro degli alunni e dei docenti», spiega. «Si ricorda che è obbligo di ognuno di noi in caso di sospetto covid-19 astenersi dall'accesso ai luoghi della scuola e che le procedure covid-19 di cui al protocollo non sono state abrogate».

La preside ha poi ribadito, elencandoli, i punti da rispettare. «In caso di alunno con sintomi sospetti dovrà essere posto in isolamento nella stanza covid-19. Si invitano i genitori a mantenere un comportamento conforme alle indicazioni anche fuori dai locali della scuola, come da indicazioni nazionali e soprattutto evitare condizioni di assembramento come feste e cresime e di non mettere la scuola in condizioni di subire nuovi isolamenti per comportamenti non sicuri assunti fuori dal contesto».