Pubblicato l'avviso sull'erogazione dei buoni spesa destinati ai nuclei familiari in difficoltà. Il Comune di Ceprano è assegnatario dei fondi regionali per gli interventi di solidarietà alimentare, da realizzare nel periodo di emergenza sanitaria in corso.
La Giunta, con delibera del 13 aprile 2021, ha esplicitato l'atto di indirizzo per l'utilizzo dei buoni destinati al sostegno alimentare delle famiglie in difficoltà.

Da qui la pubblicazione dell'avviso, in cui sono riportati i requisiti di cui devono essere in possesso gli aspiranti al beneficio. Gli interessati devono inoltrare la domanda utilizzando il modulo scaricabile dal sito del Comune di Ceprano, oppure ritirarlo direttamente in sede. Le istanze devono essere presentate esclusivamente al protocollo dell'ente o trasmesse via Pec, pena l'improcedibilità. Per beneficiare dell'intervento, consistente in buoni spesa da utilizzare presso gli esercizi o le farmacie del territorio, occorre possedere una serie di requisiti, come riporta l'avviso. Innanzitutto, essere residenti o domiciliati nel comune di Ceprano, mentre i cittadini stranieri non appartenenti all'Unione Europea devono avere un regolare permesso di soggiorno in corso di validità.

Inoltre, bisogna essere in carico ai servizi sociali comunali. I richiedenti devono trovarsi in una situazione di indigenza, causata dall'epidemia da Covid-19, previa autocertificazione, soggetta a successiva verifica, che ne attesti lo stato. Infine. non bisogna essere beneficiari di altre forme di sostegno al reddito e alla povertà erogate da enti pubblici, escluse quelle previste dalle norme relative al contenimento dell'epidemia da Coronavirus.

L'importo assegnato al beneficiario sarà calcolato dall'Ufficio servizi sociali, secondo quanto previsto dalle norme contenute nella delibera di Giunta regionale numero 946 del 2020. I beneficiari dovranno ritirare personalmente i buoni spesa presso la sede comunale, al piano terra, previo appuntamento da concordare con l'assistente sociale al fine di evitare assembramenti nei locali dell'ente. Si tratta di un'importante opportunità per chi è in difficoltà e con i buoni potrà disportre dei beni di prima necessità.