Interventi in virtù della sicurezza, della riqualificazione e dell'assetto paesaggistico sul territorio verolano. La prossima tranche di lavori interesserà il costone roccioso su cui si adagia la parte più alta del paese e che si affaccia su Passeggiata San Giuseppe.

Un'opera, quella di messa in sicurezza con sistemazione e contenimento di eventuali movimenti franosi, che ha richiesto più valutazioni e perizie nel corso del tempo, data la complessità del progetto. Con i lavori in previsione, sarà dunque messo all'angolo il rischio caduta massi sulla sottostante Passeggiata San Giuseppe e garantito un assetto stabile all'intera porzione rocciosa.

L'amministrazione Cretaro ha iniziato l'iter già nel precedente mandato, inserendolo poi nei propri piani a lungo termine, ovvero nel calendario triennale dei lavori pubblici. Perché si potesse procedere con gli interventi, sono stati acquisiti i necessari pareri positivi dei tecnici, tra i quali quello della Soprintendenza archeologia, belle arti e paesaggio, oltre alla necessaria validazione del progetto definitivo. Quale portavoce della prospettiva amministrativa, l'assessore al ramo spiega i dettagli ultimi in riferimento all'opera.

«Poter intervenire al meglio su questo porzione di territorio, ha richiesto tempo e impegno. Prima di stilare l'indice dei lavori necessari, abbiamo effettuato indagini specifiche per orientare gli interventi nel modo più preciso e sicuro possibile. Oggi si procederà alla sigla del contratto con la ditta accreditata, che a stretto giro procederà a restituire il progetto esecutivo, coadiuvati dai nostri tecnici. In ultima battuta, si passerà all'approvazione del progetto e quindi l'avvio dei lavori, il cui svolgimento sarà dilazionato in pochi mesi».

La Stazione unica appaltante, nei mesi addietro, ha infatti preso in carico la documentazione e espletato la gara, svoltasi con offerta a ribasso per l'affidamento lavori, individuando il contraente. Un investimento da cifre a sei zeri, più precisamente un milione 500 mila euro che trova copertura economica in un finanziamento regionale ad hoc.