Si attende l'affidamento dell'incarico e il conseguente espletamento dell'autopsia sul corpo di Luisa Cerato, la settantacinquenne di Pontecorvo morta in auto mentre raggiungeva l'ospedale Santa Scolastica. Domani, se non dovessero esserci impedimenti, verrà affidato l'incarico in procura a un medico legale che chiarirà cosa abbia provocato la prematura scomparsa della donna, trasportata al S.Scolastica dai nipoti. Sono stati proprio loro a chiedere, attraverso l'avvocato Manlio Sera, di poter conoscere la causa del decesso.

Martedì scorso il malore accusato dalla pensionata che, come riferito dalla famiglia, sarebbe stata trasferita in auto prima al presidio ambulatoriale territoriale dove non vengono trattati casi d'urgenza. Sarebbe stata quindi indirizzata all'ospedale Santa Scolastica. In auto, lungo il tragitto, il progressivo peggioramento: la donna, secondo le prime informazioni, non sarebbe arrivata viva al nosocomio cassinate.

I nipoti non sono riusciti a spiegarsi l'accaduto e hanno presentato denuncia ai carabinieri di Pontecorvo. La notizia della morte della donna ha raggiunto in breve amici e concittadini, profondo il cordoglio della comunità che si è stretta intorno alla famiglia. Si confida nei risultati dell'autopsia che riuscirà a chiarire le cause del prematuro decesso.