I contagi rallentano, ma non i morti. La situazione del Covid in provincia di Frosinone non muta rispetto alle ultime settimane. Nel bollettino diffuso ieri dalla Asl di Frosinone si hanno 71 nuovi positivi, 122 negativizzati e 4 deceduti. L'incidenza settimanale ogni 100.000 abitanti scende ancora e tocca i 111,32, meno 8,76% rispetto a otto giorni fa.

Le vittime
Si continua a morire per Covid. Ieri sono stati comunicati altri quattro decessi. Si tratta di un uomo di 67 anni di Ceccano, di uomo di 80 anni di Vallecorsa, di una donna di 81 anni di Frosinone e di una donna di 82 di Sora. Ad aprile si contano 77 morti, ovvero 3,34 al giorno. In questa settimana sono 10 rispetto alle 16 del venerdì della scorsa settimana che poi si sarebbe chiusa a 27. Stessi numeri per la settimana prima ancora 16 su un totale di 27, mentre tre settimane fa, sempre venerdì, i decessi erano 26 poi saliti a 30 alla domenica. Dall'inizio della pandemia si contano 599 decessi.

I nuovi casi
Sono 71 i nuovi positivi al Covid. Frosinone con 10 e Alatri con 9 sono i centri con l'incremento maggiore.
Seguono Veroli con 6, Fiuggi con 5, Cassino e sant'Elia Fiumerapido con 4, Anagni, Ceprano e Ferentino con 3, Colfelice, Esperia, Roccasecca, San Giovanni Incarico, Sgurgola e Sora con 2, Aquino, Ausonia, Boville Ernica, Castro dei Volsci, Ceccano, Cervaro, Fontechiari, Monte San Giovanni Campano, Ripi, San Vittore del Lazio, Sant'Andrea del Garigliano e Villa Santo Stefano con 1. Sono 27 i comuni con almeno un caso. I 73 casi di media fino a ieri sono in leggero rialzo rispetto ai 71,4 di venerdì scorso, ma sempre meno rispetto ai 90, ai 131,8 e ai 151,6 dei periodi precedenti.

Ad aprile si segnalano 235 casi a Cassino, 228 a Frosinone, 124 ad Alatri, 107 a Veroli, 97 a Sora, 85 a Ceccano, 76 ad Anagni e Ferentino, 60 a Cervaro, 52 a Monte San Giovanni Campano, 49 a Sant'Elia Fiumerapido, 44 a Castro dei Volsci, 41 a Piedimonte San Germano, 37 a Strangolagalli, 36 a Fiuggi, 34 a Ceprano, 33 a Boville Ernica, 32 ad Amaseno, 29 a Paliano, 27 a Pontecorvo, 26 a San Vittore del Lazio, 24 ad Isola del Liri, 23 a Ripi e 21 ad Arpino.

Il tasso
Nuovo record minimo dell'indice di positività scivolato al 3,17% per via di un consistente numero di tamponi eseguiti, 2.233, un numero che non si vedeva dal mercoledì della passata settimana. Si abbassa così al 6,21% il tasso settimanale. La scorsa settimana, sempre la venerdì, era al 4,24%, La riduzione del numero di tamponi di questa settimana, alla fine, potrebbe portare a un rialzo del tasso dopo sei settimane consecutive di ribasso. Dal 16,52% della prima settimana di marzo, si è passati a 11,77% alla seconda, quindi a 8,95% tra il 15 e il 21 marzo, a 8,32% la settimana successiva, a 6,91% tra fine marzo e inizio aprile, a 6,71% tra il 5 e l'11 aprile, quindi 4,50% la scorsa settimana.

I guariti
Sono 122 i nuovi guariti con il totale della settimana che sale a 622, sempre più dei nuovi positivi come accade ormai da sei settimane. Ad aprile i negativizzati sono 3.567 con il totale da inizio anno che supera di 113 unità i 15.000. Nello stesso periodo, infatti, hanno contratto il virus in 2.111 per una media di 91,78 al giorno la più bassa da ottobre, ovvero da quando i contagi giornalieri sono stati fissi in tripla cifra.

L'incidenza
Si registra un'ulteriore riduzione dell'incidenza settimanale su 100.000 abitanti. Venerdì scorso il dato era a 122,01, adesso è a 111,32. Al 9 aprile era a 166,45. Andando ancora a più ritroso nel tempo il dato era a 212,57 al 2 aprile, mentre nei giorni del picco il dato era salito fino a 366,03 il 12 marzo. Oltre la soglia di 250 ogni 100.000 abitanti scatta il passaggio in zona rossa, mentre per consentire un efficace tracciamento è richiesta un'incidenza sotto i 50 casi ogni 100.000 residenti.

I vaccini
Sono 118.770 le dosi di vaccino somministrate dalla Asl di Frosinone. La crescita nelle 24 ore è di 2.809.