Operai al lavoro sulla pista ciclabile. La terribile frana che aveva interessato un tratto del percorso che costeggia il fiume e che nelle scorse settimane aveva visto una porzione consistente di terreno scivolare nel letto del Rapido aveva lasciato profondamente sconcertati i cittadini.

Un evento accaduto, fortunatamente, nelle prime ore della mattina quando il percorso era vuoto, altrimenti avrebbe potuto causare una vera e propria tragedia.
Sono centinaia, infatti, le persone che usufruiscono della pista ciclabile, molti in bici, tantissimi per camminare, massiccia la presenza di bambini, anche piccoli.

Immediato il sopralluogo dell'amministrazione per valutare l'entità dei danni e per avviare il prima possibile la macchina della messa in sicurezza e del ripristino dei luoghi, anche in previsione della bella stagione.

E martedì sono partiti i lavori. «Sono partiti i lavori, a tempo di record, per la messa in sicurezza della pista ciclabile. La Regione Lazio sta intervenendo lungo la frana e il Comune di Cassino nei prossimi giorni realizzerà un bypass per permettere l'utilizzo della pista ciclabile» - ha spiegato il sindaco Salera.

«Nel frattempo sono ripresi i lavori di pulizia idraulica lungo il fiume Rapido nei pressi di via palombara e proseguiranno a monte fino al quinto ponte. Stiamo lavorando per rendere bello e fruibile uno degli spazi più vissuti da tutti i cittadini di Cassino» ha concluso il primo cittadino.

Sui social, ancora una volta, la comunità si spacca tra chi ringrazia entusiasta per il repentino intervento e tra chi invece sollecita interventi in altre zone della città con la stessa attenzione usata per la pista ciclabile. Lamentele su sporcizia, buche e poca sicurezza nelle strade di periferia finiscono sul piatto della bilancia insieme ai complimenti per l'operato dell'amministrazione.