Il Comune mette all'asta l'ex scuola Capoluogo, primo lotto. È stato infatti pubblicato il bando per la vendita dell'immobile di proprietà comunale. L'Amministrazione Fallone intende alienare il plesso di via Pasquale Cayro, un edificio a due e tre piani la cui superficie totale è di circa 710 metri quadrati. La gara verrà espletata mediante asta pubblica, con il metodo delle offerte segrete in rialzo sulla base del prezzo base.

La procedura si svolgerà alle ore 16 del 13 maggio nel palazzo municipale. L'offerta dovrà essere inviata al Comune, pena l'esclusione, entro le 13 del 10 maggio. Sono ammesse alla gara persone fisiche o giuridiche residenti o aventi la propria sede in uno dei Paesi appartenenti alla Comunità europea, purchè capaci di agire e privi di condanne per uno dei reati previsti dall'articolo 32 del Codice penale, che comportano l'incapacità a contrattare con la pubblica amministrazione.

Non possono essere compratori, né direttamente né per interposta persona, i soggetti indicati all'articolo 1471 del Codice civile. La versione integrale del bando è consultabile sul sito Internet  www.comunesangiovanniincarico.fr.it. L'edificio scolastico sorge nel cuore del centro storico e attualmente è inutilizzato. L'immobile è stato già messo in vendita nel recente passato, ma la precedente asta è andata deserta. Da qui la decisione dell'Amministrazione di reinserire il plesso fra i beni comunali da alienare.

Per legge possono essere venduti esclusivamente i beni immobili comunali che fanno parte del patrimonio disponibile, vale a dire non utilizzati ai fini istituzionali. L'ex scuola Capoluogo da anni è inutilizzata, infatti gli studenti degli Istituti di ogni ordine grado presenti  sul territorio di San Giovanni Incarico sono stati trasferiti nello stabile intitolato a Salvo D'Acquisto. Quindi, l'edificio che un tempo ospitava le  elementari da tempo è chiuso e rischia di finire abbandonato a un inevitabile degrado.