Domani alle 15 nella chiesa della Beata Vergine Immacolata nella frazione de La Lucca si terranno i funerali di Arcangelo Chiarlitti, il sessantaquattrenne vittima di un incidente agricolo. Il commerciante è stato travolto ieri mattina da una quercia che stava tagliando nel terreno di sua proprietà a Colli.

La corsa in ospedale, ricoverato al policlinico Agostino Gemelli di Roma, ma purtroppo ogni tentativo è stato vano. Troppo gravi le ferite riportate. La morte del monticiano, per tutti il "re del panino", con la moglie Immacolata e i figli gestiva una paninoteca, ha sconvolto i parenti, amici e tutte le persone che lo conoscevano e stimavano.

Tanti i messaggi di vicinanza alla famiglia, come i post sui social in ricordo di Arcangelo. «Una istituzione. Uno che con il sudore della propria fronte e tanti sacrifici era diventato un simbolo per tutti noi che aspettavamo una ricorrenza o magari una semplice festa per assaporare i suoi panini. Una persona per bene, un padre di famiglia come pochi, un commerciante come pochi»; «Sei e sarai per sempre il "re del panino" e una persona dal cuore grande che non dimenticheremo mai; «Non ci sono parole per poter esprimere la nostra tristezza. Se ne va un pezzo della storia lucchese».