Grande commozione ha suscitato a Guarcino la scomparsa di don Luigi Verdecchia, 78 anni, salesiano, stroncato dal Covid in Venezuela, dove da decenni lavorava come missionario tra i più poveri. Ieri per onorare la sua figura è stata celebrata una messa in suffragio celebrata dal vescovo Lorenzo Loppa nella chiesa parrocchiale di Guarcino, alle 18.

Originario di Guarcino, dove vivono ancora i fratelli e tanti parenti, don Luigi era rimasto attaccatissimo alle sue origini. Una famiglia di grandi e sani valori religiosi quella dei Verdecchia: la sorella di don Luigi, suor Emanuela, è direttrice dell'ospedale italiano ad Haifa. Una comunità intera, amministrazione comunale compresa in lutto lo ha così voluto ricordare soprattutto per non dimenticare una figura che ha dedicato la sua vita al prossimo.