Commosso saluto ad Americo Tullio, l'ottantenne trovato senza vita mercoledì scorso in un uliveto a Ferentino dove era andato in cerca di asparagi.
I funerali si sono svolti ieri mattina nella chiesa del Sacro Cuore a Frosinone. Le mascherine non sono riuscite a nascondere le lacrime sui volti dei presenti.

Intanto si attende il risultato dell'autopsia per chiarire se l'anziano sia morto colto da malore e successivamente aggredito dagli animali o se si sia sentito male, spaventato forse dai cani che lo hanno assalito.

Sul corpo dell'uomo sono state trovate ferite compatibili con morsi di cani. E proprio due pitbull, di proprietà di una coppia che vive poco distante dall'uliveto dove è stato trovato il cadavere, sono stati prelevati per effettuare esami sulle loro feci per trovare eventuali tracce umane.

I proprietari, una donna di 37 anni e un uomo di 45 anni di Ferentino, si sono rivolti all'avvocato Mario Cellitti per cautelarsi nell'eventuale contestazione che potrebbe arrivare nei loro confronti nelle prossime ore. I figli di Tullio si sono invece rivolti all'avvocato Marco Maietta.
A seguire il caso è il pm Adolfo Coletta.