L'episodio risale al 2018, quando l'uomo, un sessantaquattrenne ripano, dopo un litigio con la compagna, aveva impedito alla donna di uscire dalla sua stanza per alcune ore chiudendo la porta a chiave.

Sabato pomeriggio a casa sua si sono presentati i carabinieri di Ripi per dare esecuzione a un'ordinanza di applicazione degli arresti domiciliari emessa dall'ufficio esecuzioni penali del tribunale di Frosinone.
L'uomo, già censito per reati contro il patrimonio e per droga, deve ora scontare una pena residua di otto mesi poiché responsabile del reato di violenza privata nei confronti dell'allora convivente.

Al termine delle formalità di rito, come disposto dall'autorità giudiziaria, l'arrestato è stato sottoposto al regime della detenzione domiciliare nella propria abitazione.