Tra le tante certezze che si registrano ve n'è una che non ammette repliche di sorta. Negli ultimi due anni sul piano dello smaltimento dei rifiuti solidi urbani Fiuggi ha compiuto un notevole balzo in avanti, grazie alla società "Diodoro Ecologica" a cui è stato affidato il servizio in sub entro al Consorzio Lazioambiente che nessuno mai rimpiangerà. Si è costretti però a registrare un'altra certezza ed è quella che vuole la madre degli imbecilli sempre incinta.

Questi "geni che brillano in civiltà" a loro volta possono essere catalogati in due sottospecie.
La prima è formata da quelli che attraverso il finestrino della loro auto, lanciano i sacchetti contenenti i rifiuti domestici. I secondi altrettanto "furbi" invece sono quelli che per smaltire i rifiuti utilizzano i raccoglitori posizionati sui marciapiedi. Entrambi accumunati dal fatto che non hanno potuto ritirate i contenitori per lo smaltimento dei rifiuti domestici semplicemente perché non presenti nei ruoli comunali. Mica scemi? Gli altri pagano le tasse e loro godono dei servizi pubblici generali.

Qualcuno ancora più audace si era illuso di aver creato una linea di smaltimento personalizzata. Quindi emigrava per lo scopo nei comuni limitrofi.
Però tanto va la gatta al lardo che ci lascia lo zampino. Infatti alcuni di loro sono stati "beccati" dalla polizia locale di quei comuni e quindi sanzionati per importi che arrivano anche a tre volte quello della Tari che avrebbero pagato a Fiuggi se fossero stati in regola. Vi è infine un'ultima certezza che vuole i "furbetti del quartiere" sempre primi a lamentarsi nella pubblica piazza sui disservizi ed a spiegare ad altri come si fa turismo.