Il trend non cambia: contagi sempre più giù, ma i morti sono sempre tanti. La settimana si è chiusa con sei giornate sotto i cento contagi, con 87 nuovi positivi e un totale di 524, a una media di 74,85. Eppure si contano altri cinque morti, con il totale settimanale a 27 e quello mensile a 67. A un passo dal totale registrato a febbraio e gennaio, chiusi a 73.
I decessi
Le nuove vittime sono una donna di 75 anni di Cervaro, un uomo di 80 anni di Ferentino, una donna di 80 anni di Frosinone, un uomo di 83 anni di Villa Santa Lucia e un uomo di 90 anni di Ripi. La settimana si chiude, così, con 27 decessi, uno in più di quanti registrati nel periodo precedente, tre in meno rispetto a quelli di due settimane fa. Nell'ultima settimana di marzo (22-28) i deceduti erano stati 23. Resta pesante, da questo punto di vista, la pressione sulla Ciociaria, come dimostrato anche dai dati del monitoraggio del Sismg che, a marzo, vede Frosinone al secondo posto in Italia per incremento dei decessi (81%) rispetto alla media degli ultimi cinque anni. Solo Bari, tra i 33 capoluoghi italiani monitorati, fa peggio.

I nuovi casi
Se i morti non accennano a diminuire, diverso è il discorso per i contagi, in flessione da cinque settimane ormai. Lontani sono i tempi in cui l'incidenza settimanale ogni 100.000 abitanti era arrivata a 366. Il dato della settimana appena conclusa si è attestato a 109,85.
I nuovi casi segnalati ieri dalla Asl di Frosinone provengono da: Cassino 13, Frosinone 9, Piedimonte San Germano e Sora 7, Sant'Elia Fiumerapido e Veroli 5, Alatri e Sgurgola 4, Cervaro e Fumone 3, Castro dei Volsci, Ceccano, Monte San Giovanni Campano, Pontecorvo e Villa Santa Lucia 2, Acuto, Arce, Campoli Appennino, Casalvieri, Castelliri, Ceprano, Ferentino, Pastena, Piglio, Pignataro Iteramna, Ripi, San Giorgio a Liri, Sant'Apollinare, Santopadre, Supino e Torrice 1. Più uno da attribuire.

La media della settimana appena conclusa, 74,85, è la più bassa dai 29,14 ottenuti tra il 5 e l'11 ottobre. Al tempo stesso, per la prima volta, dal periodo 25-31 gennaio, per sei volte su sette i contagi sono contenuti entro la doppia cifra. Ad aprile i positivi sono 1.747 per una media di 97,05. Media dimezzata rispetto a marzo (194,94). Nei mesi precedenti si sono registrati 125,89 casi a febbraio, 101,42 a gennaio, 111,87 a dicembre, 219,6 a novembre, 113,81 a ottobre e 7,43 a settembre.
I 74,85 contagi medi della settimana appena conclusa segnano una diminuzione per la quinta di fila. Rispetto alla precedente si conta una riduzione da 96,42 a 74,85 per un meno 22,37%. Nel confronto con due settimane prima il dato è da 125,9 a 74,85 per un meno 40,54%. Da tre settimane a questa parte la contrazione è da 49,86%. Rispetto alla settimana chiusa il 21 marzo, la discesa è del 60,95%. Nel confronto con il periodo 8-14 marzo, l'ultimo picco, il calo si concretizza in un meno 69,78%.

Nel mese di aprile i casi sono 208 a Cassino, che comunque nell'ultima settimana è scesa da 89 a 60 casi, 190 a Frosinone, che, però, cresce da 60 a 76, 99 ad Alatri, in diminuzione da 35 a 23, 86 a Sora, praticamente stabile da 29 a 28, 83 a Veroli, quasi invariata da 30 a 28, 75 a Ceccano, in diminuzione da 42 a 18, 59 a Ferentino, che passa da 24 a 18, 53 ad Anagni, che risale un po' da 12 a 16, 45 a Cervaro, che cresce da 13 a 25, 38 a Sant'Elia Fiumerapido, stabile da 14 a 12, 36 a Castro die Volsci, che scende da 19 a 10, 36 a Strangolagalli, dove i casi crollano da 23 a 3, 32 a Piedimonte San Germano, che aumenta da 10 a 18, 30 ad Amaseno, stabile da 9 a 11, 30 a Fiuggi, che scende da 11 a 4. Da marzo si segnalano 949 casi a Frosinone, 806 ad Alatri, 580 a Veroli, 431 a Sora, 388 a Cassino, 364 a Monte San Giovanni Campano e 332 a Ceccano.

I guariti
La settimana si chiude con 920 guariti grazie agli ultimi 131. Continua il trend visto nelle ultime settimane con più negativizzati che nuovi positivi. I guariti di aprile sono 2.945, dall'inizio dell'anno sono 14.491. Scende ancora il tasso di positività, che si colloca al 4,50%, in diminuzione ancora dal 6,71% della settimana precedente. Ieri il tasso era al 5,06%.