Va al bar dove lavora e la insulta, accusandola di averlo tradito con il suo amico. Lei esce dal locale anche per cercare di calmarlo, ma lui la picchia. Grazie all'intervento di alcuni clienti che assistono alla scena viene bloccato. Lei, 34 anni, di Roccagorga finisce in ospedale, lui, 44 anni, di Giuliano di Roma, a processo. I fatti risalgono a marzo di due anni in un esercizio commerciale di Giuliano di Roma. L'uomo è difeso dall'a vvocato Antonio Ceccani.

La ricostruzione
Sostiene di essere stato tradito, dalla fidanzata e dal suo amico. Raggiunge il bar dove proprio la ragazza sta lavorando. Le dice che ha scoperto tutto. Ha scoperto il tradimento con il suo amico. Inizia a insultarla, a minacciarla. Urla dentro il locale. La donna lo invita a uscire fuori, anche per evitare problemi all'interno del locale dove lavora. Ma una volta all'esterno, dopo continui insulti, lui, stando alle accuse, l'aggredisce. Si scaglia contro di lei con calci e pugni.

Solo l'intervento di alcuni avventori del bar evita il peggio. La trentaquattrenne è stata soccorsa e trasportata in ospedale. I medici le hanno riscontrato una prognosi di circa quindici giorni. È scattata quindi la denuncia per il quarantaquattrenne di Giuliano di Roma.
La prossima settimana inizierà il processo. Deve rispondere dell'a ccusa di lesioni e minacce.