Processo Mollicone, si torna in aula il prossimo 7 maggio. Il pm ha chiesto di poter controdedurre alle eccezioni sollevate in mattinata nell'udienza che si è tenuta in ateneo per far fronte alle esigenze di contenimento della pandemia, vista la presenza di numerose parti.

Ammesse tutte le parti civili, la stampa (con rigide regole per le riprese). Diverse le eccezioni sollevate in un'udienza terminata poco prima delle 14. Dirompente quella degli avvocati di Francesco Suprano. Gli avvocati Cinzia Mancini ed Emiliano Germani, diritto alla mano, hanno chiesto che il loro assistito venga escluso dal processo, motivando con chiarezza la richiesta.

La Corte ha accolto quella dei termini necessari al pm per controdedurre e ha aggiornato al prossimo maggio, modificando il calendario già stilato.

Una prima lunga fase per ammettere la stampa. Un passaggio necessario per la partenza di uno dei processi su cui l'attenzione mediatica è sempre stata altissima. Il processo Mollicone entra nel vivo. Oggi il processo aperto sulla morte di Serena Mollicone sarà focalizzato su eccezioni e riserve. Per la prima volta si sta celebrando in Ateneo. E l'emozione nell'aula B. 010 è davvero massima. 

di: Carmela Di Domenico