Nel pomeriggio di ieri, sulla linea di emergenza 113 della Questura è giunta la segnalazione di furto in un negozio di abbigliamento perpetrato da una giovane donna, con due minorenni al seguito.

Dopo aver tolto i dispositivi anti taccheggio da alcuni indumenti, donna si è allontanata a bordo di un'auto, di cui sono stati indicati modello e numero di targa. La nota è stata prontamente diramata alle pattuglie presenti sul territorio.

Nel giro di brevissimo tempo, due equipaggi del reparto Volanti hanno intercettato e bloccato, dopo un inseguimento lampo, il veicolo.

Nella circostanza è stata identificata la donna alla guida, una 34enne nata in provincia di Roma ma residente a Frosinone. Gli agenti hanno effettuato una perquisizione veicolare, che ha permesso di rinvenire la merce trafugata, come segnalato, nonché altri articoli di abbigliamento e prodotti alimentari del valore complessivo di oltre duecento euro. La donna ovviamente non ha saputo fornire il titolo di acquisto, né dare indicazioni circa la provenienza.

Una tempestiva attività di indagine ha permesso di individuare altre due attività derubate dalla donna, oltre quella per la quale era stato richiesto l'intervento.

La 34enne è stata arrestata in flagranza di reato per furto aggravato e continuato; contestata anche la ricettazione. Sono in corso accertamenti per individuare altri esercizi commerciali in cui l'indagata ha messo in atto il suo comportamento illegale.