Altra neve a Campo Staffi! Eloquente la foto della webcam del rifugio "Viperella" che evidenzia la neve caduta (10 cm), aumentando il rammarico per una stagione sciistica che sarebbe stata veramente straordinaria vista la possibilità di tenere aperti gli impianti, grazie alla tanta neve presente sulle piste sia a Natale che a Pasqua, e che invece la pandemia ha mandato in fumo.

Erano decenni che non si verificava una cosa del genere e, l'enorme quantità di neve ha isolato a Capodanno una quindicina di persone che avevano deciso di passare il fine anno a Campo Staffi tanto che è stato necessario anche l'intervento di un elicottero per metterli in salvo per questo motivo.

Con i tanti metri di neve caduti quest'inverno, forse, gli operatori del settore non hanno accettato le restrizioni governativa causate dal Covid 19 anche se necessarie.
Che dire, in questo caso non è la neve caduta a far notizia ma il fatto che non si è potuto sciare mentre gli altri anni, quando si poteva, non c'era la neve, purtroppo. Sperare in un ritorno alla normalità e tornare a sciare il prossimo anno è il minimo che si possa augurare a quanti vivono con e per il circo bianco filettinese.