Sono 89.491 le dosi di vaccino somministrate dalla Asl di Frosinone. Nel Lazio sono 1.262.024 con un incremento giornaliero di 25.544. Le persone che hanno ricevuto entrambe le dosi di vaccino sono 363.360.
Nella Asl di Frosinone si sono prenotati per ricevere il vaccino anti Covid in 75.903 su 1.046.194 del Lazio.

Prosegue la campagna a gran ritmo, nonostante il caso AstraZeneca e la destinazione del vaccino alla fascia di età oltre i 60 anni. Intanto, la Regione Lazio ricorda che da ieri notte sono «aperte le prenotazioni on line per gli anni 63 e 62 (ovvero i nati nel 1958 e 1959).

Per quanto riguarda la fascia degli over 80 oltre il 57% degli anziani prenotati ha già completato il ciclo vaccinale - osservava ieri l'assessore Alessio D'Amato - ovvero hanno ricevuto anche la seconda dose. Il 45% dei prenotati over 70 ha ricevuto almeno la prima dose di vaccino».

L'Italia, invece, ha raggiunto 12.365.748 vaccinazioni.
Di queste 3.122.321 sono andate a operatori sanitari e sociosanitari, 4.319.869 agli over 80, 1.094.634 al personale scolastico. Quindi 585.452 agli ospiti delle strutture residenziali, 516.240 al personale non sanitario e 241.753 al personale delle forze armate.
C'è un dato che ha fatto tanto discutere, acceso tante polemiche e contribuito anche ad attivare delle indagini, si tratta dei 2.485.479 vaccinati alla voce altro.

Una voce nella quale potrebbero nascondersi i furbetti.
Da qui la necessità, soprattutto in alcune realtà regionali (alcune delle quali a forte presenza della criminalità organizzata), di effettuare accertamenti per verificare se ci siano stati abusi o favoritismi.