Mentre il consiglio comunale ha approvato nelle ultime battute il programma triennale delle opere pubbliche per il triennio 2021-2023, proseguono sul territorio gli interventi per i progetti in corso d'opera. Tra i protagonisti dell'azione amministrative, i complessi sportivi. Proseguono a tamburo battente i lavori che interessano il Cereate, il nuovo centro polifunzionale a due passi dalla storica Abbazia, che servirà non solo la città di Veroli ma costituirà una risorsa anche per le realtà vicine. Una pista regolamentare di atletica, campo da calcio, spazi verdi nuovi spogliatoi, tre parcheggi in aggiunta ad una tribuna pronta da 570 spettatori.

«Entro l'estate- ha precisato l'assessore ai lavori pubblici Augusto Simonelli - contiamo di poter dire conclusi gli interventi al Cereate. Gli interventi attualmente in atto, sono destinati alle finiture conclusive». Anche per il Palacoccia, il cui interno è già funzionale, proseguono i lavori: il parcheggio del lato Nord è già a disposizione mentre quello del lato Sud sarà ultimato nel giro di qualche mese.

Se da un lato, l'investimento per gli impianti sportivi è un avamposto della corrente amministrazione Cretaro in continuità con il precedente mandato, la stessa attenzione è stata rivolta ai plessi scolastici. In merito, le parole dell'assessore. «La riqualificazione della scuola Caio Mario del Giglio prosegue. Interventi che hanno richiesto un'attenzione in più dal momento che sono stati svolti nel pieno dell'anno scolastico e dunque compatibilmente con gli orari delle lezioni».

Mantenendo il focus sui plessi scolastici, novità in vista anche per la Valente. Oltre alle operazioni in itinere, è in programma un appalto per il consolidamento strutturale. I nuovi interventi beneficeranno di un finanziamento regionale da 400 mila euro, cui si sommerà il contributo dell'ente verolano per 50 mila euro. Oltre le opere che vanno avanti, l'assessore Simonelli introduce una novità in campo culturale. «Abbiamo pensato che fosse necessario proiettare un'attenzione in più sul complesso della Galleria la Catena, cui vanno sommati gli ambienti del cinema e della biblioteca comunale. Rispondendo ad un bando ad hoc, siamo in graduatoria per ricevere un finanziamento da 300 mila euro»