Oggi, dopo l'istituzione della zona rossa e le ordinanze di stop prima delle vacanze pasquali, riprende la scuola in presenza in tutta la provincia. In base alle nuove disposizioni governative, in fascia arancione (dove c'è il Lazio) si andrà a scuola in presenza fino alla terza media, mentre per le superiori è previsto il rientro, con modalità flessibili, tra il 50 e il 75% degli studenti Tuttavia informa l'azienda sanitaria «grazie alla Regione Lazio, la Asl di Frosinone estende l'offerta, su base volontaria, di screening con tampone salivare Covid 19 per i bambini dai 13 anni in giù. Parte dal comune di Amaseno: il primo screening si effettua nelle scuole dell'infanzia, primaria e secondaria di primo grado, l'8 di aprile. La campagna continua il 10 di aprile, sempre con personale Uscar, nelle scuole del comune di Veroli, per poi proseguire negli altri comuni dove sono presenti le scuole di infanzia, elementari e secondarie di primo grado».

«Ampliamo il percorso per il tracciamento e la sorveglianza anche con i test salivari più adatti per i bambini - spiega Rosa Ferri, referente del coordinamento della Asl di Frosinone con le scuole - . Un metodo sicuramente meno invasivo rispetto al tampone naso-faringeo. Il tampone, un rullo assorbente, è come un lecca-lecca. Inoltre ha dei tempi di elaborazione e di risposta pressoché simili a quelli del molecolare».

L'obiettivo è «tenere sotto controllo l'andamento del contagio», assicurando il risparmio delle risorse professionali impegnate nella campagna vaccinale.
Garantite «semplicità, invasività, velocità eripetibilità diprelievo». La Asl di Frosinone si aspetta una grande adesione da parte dei genitori. «C'è grande consapevolezza da parte dei genitori che si sentono supportati soprattutto perché ci rechiamo direttamente in loco a fare i tamponi», conclude Ferri.
Intanto anche ad aprile ci sarà lo screening nei drive-in nelle sezioni dedicate agli studenti dai 13 anni in su, avviati dalla Asl a gennaio.

I tamponi in questo caso sono antigenici rapidi e non c'è bisogno dell'impegnativa del medico. Per la prenotazione basta inserire il codice fiscale. Lo screening è a disposizione anche del personale della scuola, docente e non docente. Basta indicare il nome dell'isti tuto di appartenenza.