Una piccola biblioteca nel castello di Sora. È un'idea nata da Carlo Campoli, che ha pensato di prendersi cura dello spazio abbandonato, scambiato troppo spesso per una discarica.

«Sono molte le persone che frequentano il posto e lasciano le firme; in pochi prendono i libri e a volte ne lasciano qualcuno nuovo. È una piccola iniziativa rivolta ai ragazzi per invitarli a leggere - spiega Campoli - Sono libri miei che metto a disposizione gratuitamente insieme alle informazioni storiche sul castello e sul territorio perché mi piace che chi arriva al castello per la prima volta abbia qualche notizia del posto. Ovviamente raccolgo anche i rifiuti che trovo in giro».

Insomma, un cittadino modello a cui la città di Sora deve molto: sarebbe il caso di dargli un riconoscimento per l'alto senso di comunità e rispetto dell'ambiente che da anni dimostra.