La giunta Ottaviani, su indirizzo dell'assessore alle pari opportunità, Nohemy Graziani, ha approvato la delibera relativa alla promozione del bilancio di genere.

L'emergenza sociosanitaria tuttora in corso, infatti, ha aggravato le disuguaglianze tra uomini e donne. La crisi ingenerata dalla pandemia, infatti, ha comportato un impatto negativo sull'occupazione in particolar modo femminile; specularmente, sulle donne si è riversato un maggior carico di lavoro per la cura di figli e parenti. La giunta ha quindi preso atto affinché si utilizzino, nei limiti normativi emanati, le risorse del Recovery fund anche per favorire la formazione e l'occupabilità femminile, contrastando il divario retributivo di genere, potenziando la rete dei servizi alle persone, promuovendo forme innovative di lavoro agile e telelavoro.

La giunta, inoltre, promuove l'assunzione del bilancio di genere come strumento di pianificazione e misurazione dell'impatto di genere nelle politiche di programmazione e come strumento di monitoraggio dell'efficacia delle singole azioni. L'obiettivo è anche esplicitare i temi dell'occupazione femminile e del contrasto delle discriminazioni di genere, acuite dalla crisi da Covid-19. Altri scopi: rafforzare la qualità dell'occupazione femminile, potenziando le infrastrutture sociali per la conciliazione, l'autonomia e l'inserimento lavorativo delle donne; promuovere agevolazioni e premialità per le aziende che praticano le pari opportunità, incentivando inoltre l'inserimento lavorativo di donne incluse in percorsi assistiti di uscita da contesti di violenza; incentivare progetti di reinserimento lavorativo per donne in condizioni di disagio sociale.