«La notte tra il 2 e il 3 gennaio di quest'anno le precipitazioni copiose hanno definitivamente fatto franare il manto stradale di via Calzatora, già provato da precedenti eventi atmosferici», ricorda Fernando Fioramonti consigliere di minoranza di "Cittàtrepuntozero".

Che poi sollecita Natalia. «Il sindaco - sottolinea - in quel frangente dichiarò che tutti gli strumenti operativi e normativi in casi d'emergenza come questo erano stati attivati». A questo punto si pone delle domande. «Quindi quali? Vorremmo sapere: qual è la situazione attualmente? Cosa è stato fatto? Esiste un piano di intervento discusso e approvato dalla nostra amministrazione?», incalza Fioramonti.

«Cosa è in progetto per quella zona? Mettere transenne non significa risolvere e, purtroppo, neppure arginare - specifica - perché, quando le piogge saranno nuovamente abbondanti, il rischio di un'altra frana è reale». «I cittadini hanno bisogno di risposte certe e chiare - conclude - vi ricordate quanto accaduto in uno degli ultimi consigli comunali? Di fronte all'evidenza dei vari refusi presenti sulla richiesta da voi elaborata di calamità siete intervenuti per attivare le dovute correzioni? Cosa vi ha risposto la Regione Lazio?».
Insomma Fioramonti chiede risposte.