Rimuove i sigilli apposti perché moroso e si allaccia abusivamente. Scoperto dai carabinieri, viene denunciato per furto aggravato. A scoprire l'illecito sono stati i militari della locale stazione, della Compagnia di Pontecorvo guidata dal capitano Nicolai e dal tenente Fava, insieme al personale di Acea Ato 5. Durante una delle ispezioni in corso su tutto il territorio è stato notato l'allaccio abusivo.

A bypassare la regolare erogazione proprio perché già bloccato con dei sigilli è stato un sessantottenne di Roccasecca, T. S., con precedenti per reati contro il patrimonio. I militari e i tecnici Acea hanno scoperto che il pensionato, già moroso per 6.000 euro, aveva eliminato i sigilli e installato abusivamente un proprio contatore.

Per questo nei suoi confronti è scattata una denuncia a piede libero per furto aggravato. Acea prosegue nelle verifiche: fondamentale che i contatori siano accessibili, ovvero che gli stessi debbano essere installati fuori dalla proprietà privata e in piena disponibilità del gestore per consentire una lettura dei consumi costante sinonimo di garanzia anche per gli utenti.