È stata dimessa ieri dall'ospedale "Sant'Eugenio" di Roma la 64enne che domenica scorsa si era ustionata le gambe con l'acqua bollente. Fortunatamente, la donna se l'è cavata con qualche giorno di ricovero e tanta paura.

Sarebbe potuta andare peggio alla malcapitata, su cui si è rovesciata l'acqua bollente contenuta in una pentola che era sul fuoco e che le è stata sbalzata addosso da un pensile staccatosi dal muro e piombato sui fornelli.

In casa c'erano anche alcuni bambini, ma non in cucina dove invece la nonna preparava il pranzo. Subito soccorsa, la 64enne è stata elitrasportata al "Sant'Eugenio" con ustioni di secondo grado agli arti inferiori, ma le sue condizioni sono migliorate ed è stata curata e dimessa. Dunque, tanta paura e conseguenze limitate per un incidente domestico che si sarebbe potuto trasformare in tragedia.