Si sono recati presso gli uffici postali per ricevere il contributo delle borse di studio per i propri figli, ma una volta allo sportello la brutta scoperta: i fondi non potevano essere erogati. È questo quanto accaduto ai genitori dei bambini della città fluviale. La questione è stata subito segnalata al primo cittadino Anselmo Rotondo. Proprio lui ha contattato gli uffici della Regione Lazio e da lì la comunicazione che c'è stato un errore, a livello regionale, con l'a ggancio dei flussi economici. Ecco giustificato il motivo del disagio per le famiglie.

La risposta 
«Abbiamo contattato la funzionaria della Regione Lazio la quale purtroppo ci ha comunicato, che a causa di un errore di aggancio dei flussi economici da parte della Regione, non è possibile erogare nell'immediatezza il fondo ha spiegato il primo cittadino Per cui stanno vedendo di stanziare altri soldi tra la Regione e il Miur per compensare l'errore. Ringrazio i genitori per averci comunicato questo problema, ma vorrei specificare che non è stata responsabilità del Comune di Pontecorvo».