Una famiglia è isolata telefonicamente da venti giorni a Pontecorvo. Si sono rivelati del tutto inutili i tentativi di sollecito inoltrati alla compagnia telefonica.

La situazione è diventata insostenibile soprattutto perché al nucleo familiare appartengono anche un anziano di novant'anni e due persone diversamente abili.

«Ci sentiamo abbandonati dal mondo - il loro appello - Non sono valsi a nulla i reclami che abbiamo presentato alla società telefonica e gli avvisi che abbiamo fatto pervenire alle autorità competenti».

Tutti i parenti e gli amici della famiglia di Pontecorvo, che peraltro a causa delle norme di contenimento del Covid-19 non possono fare visite periodiche, sono molto preoccupati, sapendo che il telefono potrebbe rivelarsi un'ancora di salvezza in certi momenti per la salvaguardia della salute dell'uomo più anziano e delle due persone con gravi disabilità.