Si sono aperte le porte del carcere per Liridon Kapiti finito nell'operazione "Red star". Le indagini dei carabinieri hanno permesso di accertare la cessione di oltre trenta dosi di cocaina e identificare sedici acquirenti che sono stati segnalati quali assuntori.

I fatti
A Ferentino i carabinieri della locale stazione, hanno dato esecuzione, nella giornata di mercoledì scorso, all'ordinanza di custodia cautelare in carcere, emessa dal gip del tribunale di Frosinone, a carico del trentenne di origine albanese residente e a Ferentino e già censito per reati specifici. Le indagini, inerenti l'operazione denominata "Red star" che sono iniziate nel giugno 2020, le cui risultanze venivano accolte integralmente dall'autorità giudiziaria, hanno permesso di accertare la cessione di oltre trenta dosi di sostanza stupefacente, cocaina, e l'identificazione di sedici acquirenti.

Quest'ultimi, come detto, sono stati segnalati quali assuntori. Nelle fasi dell'arresto, inoltre, sono state rinvenute ulteriori dosi di hashish e cocaina nella disponibilità dell'indagato Liridon Kapiti. Dosi di droga pronte, secondo le accuse degli investigatori, per la vendita al dettaglio.