Aria di cambiamento nella città delle cascate.
"Nei prossimi giorni si procederà all'abbattimento del pino domestico presente lungo via Verdie alla successiva ripiantumazione di un altro albero nello stesso sito", fanno sapere dal Comune spiegando: "L'intervento, doloroso ma inevitabile, si è reso necessario alla luce delle indagini fitostatiche e fitosanitarie svolte dal tecnico incaricato, dalle quali è emerso il precario stato di salute e di staticità dell'albero".

Il sindaco Massimiliano Quadrini aggiunge: «Le indagini hanno evidenziato, anche attraverso l'analisi storica delle immagini del pino, un progressivo decadimento della vitalità dello stesso, con un pericoloso accentuarsi della inclinazione del fusto e con il conseguente concreto pericolo di crollo anche improvviso». Quadrini spiega che l'indagine ha anche evidenziato i segni di cedimento dell'apparato radicale, che ha comportato il sollevamento della pavimentazione oltre che dell'aiuola che contiene il fusto.

"Alle operazioni di abbattimento, accompagnate dalla demolizione dell'aiuola che circonda l'albero, seguirà la ripiantumazione di alberatura di dimensioni già apprezzabili (altezza 4-5 metri e circonferenza di 25-30 centimetri) informa il Comune la cui scelta, tenuto conto del contesto paesaggistico dell'area, è ricaduta sulla specie del gingko biloba latifoglia, che ben si presta all'area di reimpianto per le sue caratteristiche ecologiche, cromatiche e di sviluppo".