Si torna a scavare nella...storia. Dopo un periodo di stasi anche nell'antica colonia romana di Aquinum, a Castrocielo, è stata annunciata la XIII campagna di scavi con l'annuncio dell'apertura delle iscrizioni per il 2021. Se, infatti, nei mesi scorsi si era proseguito ma in formato ridotto nel rispetto delle norme anticovid senza studenti né laureati e conun team operativo (quello della campagna autunnale 2020) composto da un piccolo gruppo di archeologi, ora si riaccendono i motori. E si programmano quattro turni.

Il primo avrà luogo dal 5 al 7 luglio; il secondo dal 19 al 31; il terzo dal 6 al 18 settembre e il quarto dal 20 settembre al 2 ottobre. «Saranno ammessi laureati e laureandi nelle discipline archeologiche ai quali verrà offerto vitto e alloggio presso strutture del Comune di Castrocielo - fanno sapere i responsabili del progetto Ager Aquinas 2021 - Ad ogni partecipante verrà rilasciato un attestato valido per i crediti formativi. Gli interessati potranno inviare continuano i responsabili la propria candidatura tramite e-mail all'indirizzo di aquinumscavi@gmail.com, allegando un breve curriculum vitae con il recapito telefonico e specificando il turno di interesse».

Si riaccendono, dunque, i riflettori sull'area archeologica che occupa una superficie di circa sei ettari, a cui va aggiunta la acquisizione di una nuova porzione di terreno al cui interno si ergono ancorai ruderi didue dei principali monumenti della città romana. Negli anni la progressione delle attività di scavo ha permesso di raggiungere un'estensione complessiva di circa 10.000 metri quadrati di strutture antiche.