L'inciviltà vive a Cassino, così come l'indifferenza.
Nonostante l'attenzione mediatica e le numerose segnalazioni da parte di cittadini e ambientalisti, continuano gli abbandoni indiscriminati di rifiuti di ogni tipo, anche di materiale da risulta, sulla strada che porta a Montecassino.

Una strada particolarmente frequentata, soprattutto negli ultimi mesi di lockdown, da cittadini e runner che ogni giorno si trovano davanti a buste colme di plastica, cartoni, di bottiglie e buste di fast food lasciate da qualche trasgressore che trascorre le sue nottate in compagnia lungo i tornanti.

Non solo a ridosso della strada, i rifiuti vengono lasciati anche vicino alla Rocca Janula e al monumento della Pace di Mastroianni, un segno di inciviltà, di mancanza di rispetto per i beni della collettività, per i luoghi della storia del territorio.

Ma oltre all'inciviltà alcuni cittadini denunciano anche mancanza di attenzione, un'indifferenza che si palesa nel degrado frutto di mesi, anni, di totale mancanza di cura e pulizia di alcune zone. «Parliamo un po' anche di senso civico, di chi quella roba ce la lascia, di chi usa la città come una discarica. Perché è facile puntare il dito contro chi dovrebbe manutenere ma credo sia doveroso anche fare appello ai nostri concittadini affinché inizino a rispettare lo spazio pubblico» evidenzia una cittadina,

«Ognuno ha il suo compito...agli amministratori quello di vigilare e proteggere. Lì c'è materiale di risulta e immondizia. Il popolo è indisciplinato anche perché acefalo privo di quella guida che dovrebbe essere chi amministra» controbatte un altro cittadino. Ma intanto i rifiuti sono lì.