Pista ciclabile, dopo il crollo è stato deciso un doppio intervento immediato. E uno più ampio, in tempi più dilatati. Se ne è parlato in un tavolo tecnico che si è tenuto in Comune nei giorni scorsi al quale, tra gli altri, hanno preso parte l'ingegnere Carcione referente della Regione il vice presidente della commissione Ambiente Consales e il vice sindaco Carlino.

Non un nuovo sopralluogo ma una riunione programmatica per stilare un cronoprogramma. Così si è deciso di procedere su due binari: un primo immediato, con un doppio intervento. E un secondo per il quale i tempi si annunciano più lunghi.

Nel dettaglio
Il primo doppio interventi che verrà eseguito tra massimo quindici giorni riguarda quella che durante i primi sopralluoghi era apparsa come una possibilità. La Regione non solo avrebbe approvato ma, stando alle prime informazioni trapelate, anche "caldeggiato" l'idea di spostare la pista ciclabile di qualche metro, questo per due ordini di ragioni: per riconsegnare ai tanti fruitori della pista ciclabile una delle aree più amate dai cittadini in tempi celeri. E per poter mettere in sicurezza il costone anche nell'area (che corrisponderebbe con l'ini zio, in via Pescarola) escludendo così la possibilità in futuro di nuovi crolli. Ovviamente lo spostamento della pista sarà contemporaneo alla messa in sicurezza del costone crollato.

Ricordiamo che l'improvviso crollo è avvenuto due settimane fa e solo per fortuna (perché registrato di notte) nessuno è stato coinvolto. A breve la Regione tornerà per un'ulteriore verifica dello stato dei luoghi, quindi per intervenire e indirizzare i lavori. Si dovrà valutare la portata, in termini di peso relativo al crollo, della fogna (mai usata) e della portata del fiume che in un punto specifico è stato modificato con più di un intervento: la forza delle acque potrebbe essere stata involontariamente aumentata.

A lungo termine, invece, il Comune si è impegnato a realizzare un progetto più organico legato a elementi strutturali dell'area ma anche alla riqualificazione della zona.