Neanche davanti alla drammatica pandemia che sta mietendo centinaia di vittime ogni giorno, si fermano vandali e incivili. Ieri il sindaco di Ferentino Antonio Pompeo ha manifestato il suo sfogo sui social, associato alle foto che ritraggono alcuni segnali turistici danneggiati dai vandali nella propria città.

«Questo è lo stato di alcuni cartelli turistici installati negli ultimi mesi – scrive il sindaco Antonio Pompeo sul suo profilo Facebook - Nelle prossime settimane avevamo in programma di ultimare la sostituzione di tutta la cartellonistica e invece siamo costretti a tornare indietro e spendere ulteriori risorse per colpa di qualche imbecille al quale vorrei fare due domande: lo sai che si tratta di soldi della comunità e anche tuoi? Il denaro che ora spenderemo per sostituirli nuovamente, non era forse meglio destinarlo a un nuovo intervento? Facciamoci tutti una domanda in nome della civiltà».

Legittime le lamentele del primo cittadino Pompeo che lancia l'appello indirizzato a coloro che non esitano di procurare danni in giro per la città. Purtroppo spesso balzano agli occhi segnali divelti o specchi stradali rotti, come pure le staccionate di legno fatte a pezzi.