Dopo due anni di stop sono ripresi ieri i lavori all'interno del Palazzo Comunale di Alatri. Le opere si erano precedentemente interrotte a causa di una serie di criticità rilevate per via della rilevanza storica del municipio di Piazza Santa Maria Maggiore. Grazie al contributo aggiuntivo derivante dai Contratti di Quartiere, circa 540 mila euro, è stato possibile riprendere il progetto che permetterà di concludere i lavori e riaprire ai cittadini la sede storica.

Sicuramente una bella notizia per gli utenti ma anche per i dipendenti comunali che una volta terminati i lavori potranno tornare nei vari piani dello storico palazzo.
In precedenza l'amministrazione ha eseguito i lavori di messa in sicurezza ed adeguamento sismico; rimangono da completare il rifacimento dell'impianto elettrico e di riscaldamento, il rifacimento della pavimentazione e la sostituzione dei serramenti interni.

«Sono molto soddisfatta - spiega l'assessore ai lavori pubblici Elisabetta Cirillo - che l'amministrazione restituirà ai nostri concittadini una casa comunale comoda, accogliente e sicura per tutti, dipendenti e non. Si tratta di lavori iniziati in vari step un paio di anni fa». «Si riparte ora con il ripristino interno e il completamento delle opere mancanti, per portare a termine un punto del nostro programma a cui tengo in modo particolare.

Dopo il grande lavoro di adeguamento sismico che è stato fatto, completare anche il rifacimento interno e riaprire la struttura è diventato un obbligo a cui non possiamo più sottrarci».
«Voglio ringraziare pubblicamente tutta l'amministrazione comunale, il sindaco Morini in primis, ma anche l'assessore Fontana e il vice sindaco Di Fabio per il sostegno e la vicinanza».