Una notizia dolorosa che ha sconvolto Fratelli d'Italia, la comunità di Riva Destra e l'intero ambiente politico cittadino. La morte improvvisa a soli 49 anni di Ivan Spaziani, presidente del circolo frusinate di Riva Destra, nonché figura di riferimento nel partito di Giorgia Meloni, si è abbattuta come un nero macigno sul Capoluogo, dove l'ex consigliere comunale era molto conosciuto e stimato anche a livello professionale. Infatti, era il direttore della filiale frusinate di una grande industria metalmeccanica nazionale, la "Berardi Bullonerie". Ivan Spaziani è spirato la notte scorsa nel sonno. La causa del decesso, che verrà accertate con precisione dall'autopsia prevista per oggi, potrebbe essere un arresto cardiaco o un ictus che non gli ha lasciato scampo.

Neppure il tempestivo trasporto in ospedale e i tentativi di rianimazione sono riusciti a salvare la vita del politico, che lascia due figli di 18 e 15 anni e la compagna.
«Questa notte (ieri, ndr) ho accompagnato anche io Ivan in ospedale. Poi, sono tornato a casa per dare la triste notizia ai figli. Sono distrutto, svuotato. Credo che nulla sarà più come prima». Sono le parole dell'amico fraterno, nonchè compagno di tante battaglie politiche Daniele Colasanti, coordinatore provinciale di "Riva Destra", che aggiunge: «C'eravamo visti l'ultima volta la domenica prima del lockdown generale. Avevamo progettato un'uscita tutti insieme al termine di questo periodo. Non potremo farlo più. A Ivan mi legava qualcosa di più di un'amicizia, per me era un fratello. E insieme abbiamo affrontato tante sfide politiche, fino dal 2002, quando venne eletto consigliere di circoscrizione con Alleanza Nazionale. Poi fu delegato al Suap e nel 2007 entrò in Consiglio comunale sempre con An.

Successivamente, passammo entrambi con il gruppo di Alessandro Foglietta "Ribellati Ciociaria", con cui Ivan si candidò anche alla Provincia nel 2008. Poi passammo con Alternativa Popolare di Alfredo Pallone, per tornare a Riva Destra e quindi aderire a Fratelli d'Italia. Un percorso compiuto fianco a fianco, un'esperienza di vita unica. Da questa mattina (ieri, ndr) aggiunge Colasanti sto ricevendo messaggi di cordoglio dai circoli di Riva Destra di tutta Italia. Mi ha toccato particolarmente la telefonata del presidente, nonchè altro fraterno amico, Fabio Sabbatani Schiuma che in lacrime si è detto incredulo e sconvolto per la morte di Ivan. È qualcosa che non potrò mai dimenticare».

Esprime il suo cordoglio anche il senatore Massimo Ruspandini: «Tutta la comunità umana e politica di Fratelli d'Italia è rimasta sgomenta per la morte di Ivan Spaziani. Faccio le mie più sentite condoglianze alla famiglia e agli amici. Sarà sempre grato a Ivan per la sua amicizia, la sua militanza e per quanto ha saputo dare alla Destra frusinate». Condoglianze a cui si associa l'ex portavoce frusinate di FdI, Giuseppe Vittigli: «Era un bravissimo ragazzo che ci mancherà molto. Lo abbiamo sempre apprezzato per il suo impegno e la sua attività con Riva Destra e all'interno del partito.
Sicuramente, è una grave perdita per tutti». Per il momento, resta incerta la data dei funerali di Ivan Spaziani, che verranno fissati dopo l'esito dell'autopsia.