La situazione è difficile, i contagi crescono e le restrizioni anti Covid si fanno sentire sui conti di molte famiglie isolane sprofondate nella crisi. Così l'amministrazione comunale ha deciso di riattivare il servizio di "spesa a domicilio", che ripartirà da domani fino al 28 marzo e proseguirà anche dopo per i cittadini positivi ei loro familiari in isolamento domiciliare.

Il servizio spesa può essere richiesto da chi ha più di 65 anni, da chi è affetto da patologie che impediscono di spostarsi da casa, dai malati Covid-19 in isolamento domiciliare. Per questi ultimi il servizio verrà svolto dalla protezione civile che prenderà in carico le richieste durante tutta la settimana, effettuando la consegna della spesa e dei farmaci di sabato (urgenze a parte).

Alla "spesa a domicilio" il Comune ha aggiunto un altro servizio: quello di accompagnamento alle vaccinazioni anti Covid-19. Infatti, nel caso non si abbia nessun familiare disponibile, c'è la possibilità di chiedere di essere accompagnati a effettuare la vaccinazione (prima e seconda dose).

Per richiedere i servizi in questioni bisogna contattare i numeri 0776.8008363 o0776.8008364 dal lunedì al venerdì, dalle 9 alle 13, prenotando quello di cui si ha bisogno. «Purtroppo la situazione che stiamo vivendo sta creando disagio per molti - scrivono in una nota congiunta il sindaco Massimiliano Quadrini e il consigliere delegato ai servizi sociali Stefano D'Amore - Come amministrazione comunale stiamo affrontando questa emergenza, mettendo in campo tutto il nostro impegno e le nostre risorse. Viviamo un momento di grande preoccupazione, per la salute nostra e dei nostri cari, ma sappiamo che possiamo superare tutto questo con grande senso di responsabilità e rispetto verso le regole che conosciamo».