I resti di alcune ossa umane sono stati rinvenuti in una sacca bianca nel garage di una villa a Pescosolido. Nella serata di lunedì scorso le forze dell'ordine sono state allertate per la presenza, nella zona di Vallefredda, di ossa umane appartenenti presumibilmente al corpo di una donna.

A fare la macabra scoperta, mentre stavano sistemando la propria casa, i proprietari tornati in paese da Roma poco tempo fa. Per alcuni anni la villa era stata affittata e sembrerebbe che l'affittuario abbia legami con una ditta di onoranze funebri del Sorano.

L'uomo avrebbe così lasciato quei resti umani nel garage invece di smaltirli come previsto dalla legge.
Questa è una delle ipotesi su cui lavorano i carabinieri che stanno raccogliendo testimonianze e acquisendo elementi utili alle indagini subito attivate.

Del ritrovamento è stato subito avvisato il sindaco Donato Bellisario. «Ieri mattina la Scientifica ha fotografato le ossa rinvenute, che per il momento mi sono state affidate in custodia giudiziale e che attualmente si trovano in una stanza del cimitero di Pescosolido - spiega il primo cittadino - Nella sacca rinvenuta in un'abitazione privata c'erano indumenti lacerati, resti di una cassa, tredici costole, un femore e un osso della colonna vertebrale».