L'Amministrazione comunale prende provvedimenti urgenti per contrastare l'avanzata del Covid. L'ultimo bollettino, aggiornato a ieri, parla di 24 persone attualmente positive in paese e, dopo un generale invito al rispetto delle norme di sicurezza, il sindaco Adriano Lampazzi ha preso provvedimenti attraverso una propria ordinanza.

Le limitazioni disposte dal primo cittadino saranno in vigore per il periodo compreso tra il 15 marzo e il 6 aprile. Il primo provvedimento elencato è la chiusura al pubblico del cimitero comunale per le visite ai defunti. A questo si unisce il divieto dei cortei funebri e la limitazione dell'ingresso al cimitero durante le tumulazioni ai soli familiari, per un massimo di venti persone.

Saranno chiusi anche gli uffici municipali. Verrà fatta eccezione per le pratiche urgenti e indifferibili presso i vari servizi, ma sarà necessario prendere appuntamento telefonico con l'ufficio preposto contattando il numero del comune 0775-699016; oppure tramite e-mail all'indirizzo comune.giuliano@libero.it.

L'ordinanza prevede anche la chiusura dei parchi comunali e del campo sportivo, dove è stata vietata qualsiasi attività agonistica, anche individuale.
Ovviamente, all'interno dell'ordinanza viene confermato il divieto di assembramento in strada dei cittadini, seguito da un divieto di utilizzo delle panchine comunali.

Le limitazioni riguarderanno anche il mercato settimanale del venerdì dove, come è già avvenuto in altre zone della nostra provincia e d'Italia, non sarà ammessa la vendita dei prodotti non agroalimentari o florovivaistici. Dunque, una stretta rigorosa a Giuliano di Roma per contribuire, di concerto con le norme nazionali, a limitare l'avanzata del virus nella settimana in cui tutto il Lazio diventa zona rossa, seguendo così la provincia di Frosinone.