Per il quattordicesimo giorno consecutivo contagi in tripla cifra in provincia di Frosinone. Interrotta a tredici la striscia che vedeva almeno 170 casi Covid ogni giorno. Tuttavia, nel 2021 sono già più di 10.000 i ciociari che hanno contratto il Covid.
Dopo il temuto picco dello scorso fine settimana, il lunedì porta 126 contagi ma con un tasso più elevato rispetto ai giorni precedenti, 13,7%, tre morti e 86 negativizzati.

Il tasso di positività
I 126 nuovi positivi risentono dell'effetto lunedì quando il numero di tampon cala sensibilmente. Infatti, negli ultimi lunedì, partendo da inizio febbraio, si sono registrati 34 casi a un tasso dell'11,40% il 1° febbraio, 25 e 8,475 l'8 febbraio, 41 e 13,10% il 15 febbraio, 104 e 19,40% il 22 febbraio, 97 e 16,89% il 1° marzo, 154 e 23,02% l'8 marzo fino al dato di ieri di 126 e 13,7%.
Nell'ultima settimana per due volte, dunque, al minor numero di tamponi eseguiti, 920 ieri e 669 l'8 marzo ha fatto da contraltare la percentuale più alta nel rapporto tra positivi scoperti e tamponi eseguiti. Il 23,02% di lunedì 8 marzo, infatti, è la percentuale più alta da otto giorni a questa parte davanti al 13,7% di ieri. La passata settimana, quando spesso si è andati vicini ai tremila tamponi giornalieri, l'indice di positività si è abbassato all'11,78%, con il dato domenicale sotto l'8, in netta controtendenza rispetto al 16,52% della prima settimana di marzo, al 15,79% dell'ultima di febbraio e al 13,11% del 15-21 febbraio. Il tasso medio settimanale si sta riallineando ai valori di gennaio e febbraio, chiusi all'11,13% e al 12,81%. Finora marzo, invece, è al 13,20%.

I decessi
La settimana si apre con tre vittime, due delle quali al di sotto dei 66 anni. Sono una donna di 51 anni residente a Boville Ernica, un uomo di 65 residente ad Alatri e una donna di 88 anni residente a Veroli. Anche la passata settimana, poi chiusa a 17 decessi, si era aperta con tre vittime, come quella prima ancora che poi aveva avuto un totale di 19.
I nuovi positivi
Ancora una volta è Alatri a registrare il numero più alto di nuovi positivi con 25, seguita da Frosinone con 14. Poi Veroli a 12, Monte San Giovanni Campano a 9, Boville Ernica a 7, Ferentino e Fiuggi a 5, Ceccano, Strangolagalli, Supino e Torre Cajetani a 4, Amaseno, Fontana Liri, Giuliano di Roma e Paliano a 3, Anagni, Cassino, Ceprano e Serrone a 2, Aquino, Broccostella, Cervaro, Fumone, Gallinaro, Morolo, Patrica, Piglio, Pontecorvo, Roccasecca, Santopadre, Sora e Torrice 1. Dall'inizio di marzo Alatri ha avuto 449 contagi per una media giornaliera di 29,93, Frosinone 405 e 27, Veroli 284 e 18,93, Monte San Giovanni Campano 214 e 14,27, Sora 196 e 13,07, Isola del Liri 136 e 9,07, Ceccano 135 e 9, Boville Ernica 118 e 7,87, Ferentino 117 e 7,80, Anagni 83 e 5,53, Cassino 73 e 4,87. Nell'ultimo mese, ovvero dal 16 febbraio, Frosinone ha 641 contagiati, Alatri 630, Monte San Giovanni Campano 471, Veroli 415 e Sora 356.

Negli ultimi sette giorni rispetto ai precedenti Alatri cresce ancora da 204 a 233, Frosinone da 181 a 212, Veroli da 123 a 154, Sora da 83 a 112, diminuiscono i casi a Monte San Giovanni Campano da 126 a 83. A seguire Ceccano passa da 66 a 69, Boville Ernica da 50 a 65, Isola del Liri arretra da 71 a 63, Ferentino resta in variata a 55, a Cassino la diminuzione è da 39 a 34, ad Anagni da 47 a 26 e ad Arpino da 30 a 27, mentre riprendono quota Pontecorvo da 14 a 30 e Torrice, prima zona rossa, da 12 a 29.

A marzo i casi sono già 3.447 con una media di 229,8, la più alta dall'inizio della pandemia, anche peggio dei 219,6 casi quotidiani di novembre. Nel frattempo nel 2021 è stata superata la soglia dei 10.000 casi. Ora sono 10.116 su un totale di 24.798 ovvero il 40,79% del totale.