Un grande problema con il quale i dipendenti devono fare i conti è la mancanza di controllo all'ingresso dell'ala del Municipio che ospita il settore. È notizia di alcuni giorni fa di due episodi in cui degli utenti si sono scagliati contro il personale, insulti, minacce, momenti difficili che si sono risolti, in uno dei due casi, con l'intervento dei carabinieri.

C'è da ricordare che, oltre all'emergenza alimentare, ai Servizi sociali si svolgono anche gli incontri protetti genitori e figli, ora sospesi momentaneamente per la nuova emergenza Covid.

Nelle scorse settimane una comunicazione del segretario comunale ha predisposto la riorganizzazione del settore dei Servizi sociali: "tutti dovranno indossare obbligatoriamente un cartellino di riconoscimento che sarà dato loro in dotazione. Consentito nei giorni di ricevimento l'accesso al piano a non più di due persone alla volta, previo pass rilasciato all'ingresso del piano inferiore dai dipendenti preposti».

Decisioni che, aggiunte allo spostamento dei ragazzi del servizio civile, causarono dubbi e sconcerto dell'assessore Maccaro. L'ingresso comunque è deserto.